Disponibili in natura, delicati nel loro sfruttamento

I minerali nei pannelli fotovoltaici

Quali sono, da dove provengono, che funzioni hanno e come si smaltiscono

La tecnologia del fotovoltaico, nonostante derivi dall’inventiva dell’Uomo e dagli sviluppi tecnologici che ha saputo apportare alla nostra società, è fortemente basata sull’utilizzo di minerali, disponibili in natura in misura più o meno abbondante.

Dal punto di vista tecnico, l’utilizzo dei minerali nella costruzione dei pannelli fotovoltaici rappresenta un avanzamento cruciale nel campo dell’energia rinnovabile. Questi minerali, tra cui silicio, argento, alluminio, rame, indio, gallio e tellurio, costituiscono la base della tecnologia delle celle solari, consentendo di sfruttare l’energia solare per generare elettricità. Questo processo trasformativo, noto come effetto fotovoltaico, si basa sulle proprietà di questi minerali, ognuno svolgendo un ruolo unico nella conversione dell’energia solare in una fonte di energia sostenibile e valida. Comprendere le caratteristiche chimiche e fisiche di questi minerali è fondamentale per capire il funzionamento dei pannelli solari, promuovendo una maggiore comprensione delle complessità tecniche coinvolte nella produzione di energia pulita.

Vediamo ora in dettaglio tutti i minerali impiegati nella costruzione di un impianto fotovoltaico.

Simbolo chimico: Si

Silicio

Il silicio è il materiale di base nelle celle solari, agendo come semiconduttore che facilita l’effetto fotovoltaico. È un componente chiave sia nelle celle solari monocristalline che policristalline.

Caratteristiche principali
Il silicio è un metalloide con eccellenti proprietà semiconduttive, consentendo di convertire efficientemente la luce solare in elettricità. È abbondante, stabile e ha un alto punto di fusione.

Da cosa è estratto
Il silicio è principalmente estratto dalla sabbia di quarzo (silice). La sabbia subisce un processo di raffinazione per ottenere silicio di grado metallurgico, che viene successivamente purificato per la produzione di celle solari.

Dove viene estratto e lavorato
L’estrazione del silicio avviene a livello globale, con principali produttori in Paesi come Cina, Russia e Stati Uniti. La raffinazione e la lavorazione avvengono in impianti specializzati, spesso vicino ai siti minerari.

Metodi di riciclaggio
Il silicio proveniente da pannelli solari giunti alla fine della vita utile può essere recuperato attraverso processi di riciclaggio. Le fette di silicio vengono solitamente rimosse e trattate per recuperare il materiale prezioso. Il riciclaggio del silicio è ben consolidato e contribuisce agli sforzi di sostenibilità.

Abbondanza / scarsità
Il silicio è il secondo elemento più abbondante nella crosta terrestre, costituendo circa il 27,7% della sua massa. È ampiamente disponibile, garantendo un’offerta stabile per l’industria solare.

Valore di mercato
Nonostante la sua abbondanza, il valore di mercato è influenzato dalla domanda di pannelli solari. Il costo delle fette di silicio contribuisce alla spesa complessiva della produzione di pannelli solari.

Impatto ambientale
L’estrazione e la lavorazione del silicio possono avere impatti ambientali, tra cui il consumo energetico e le emissioni di gas serra. Tuttavia, l’impatto ambientale è mitigato dalla lunga durata e dalla generazione di energia rinnovabile dei pannelli solari. Gli sforzi in corso si concentrano sul miglioramento della sostenibilità della produzione di silicio.

Dati aggiuntivi
Configurazione Elettronica [Ne] 3s² 3p²
Massa Atomica 28.0855 u
Numero Atomico 14
Punto di Fusione 1,414 °C
Elettroni per Guscio 2, 8, 4
Raggio di Van der Waals 210 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: Ag

Argento

L’argento è un metallo versatile utilizzato per diverse applicazioni, tra cui gioielli, argenteria, fotografia, elettronica e come valuta sotto forma di monete.

Caratteristiche principali
L’argento è un metallo prezioso noto per la sua eccellente conducibilità, malleabilità e duttilità. Ha un alto lustro ed è apprezzato per il suo valore estetico.

Da cosa è estratto
L’argento si trova spesso in natura come sottoprodotto dell’estrazione di altri metalli come piombo, zinco e rame. Viene estratto attraverso processi come la cianurazione e la flottazione schiumosa.

Dove viene estratto e lavorato
I principali Paesi produttori di argento includono Messico, Perù, Cina e Russia. L’estrazione e la lavorazione avvengono in regioni minerarie di tutto il mondo.

Metodi di riciclaggio
L’argento può essere riciclato da varie fonti, tra cui rifiuti elettronici, gioielli e materiali fotografici. Il riciclo contribuisce a ridurre la domanda di argento appena estratto.

Abbondanza / scarsità
L’argento è relativamente abbondante nella crosta terrestre, ma l’elevata domanda per usi industriali e commerciali può influenzare la sua disponibilità.

Valore di mercato
Il valore di mercato dell’argento è influenzato da fattori come la domanda industriale, le tendenze degli investimenti e le condizioni economiche.

Impatto ambientale
L’impatto ambientale dell’estrazione dell’argento include il disturbo degli habitat e l’uso di sostanze chimiche. Il riciclo dell’argento riduce la necessità di nuove estrazioni e minimizza l’impatto ambientale.

Dati aggiuntivi
Configurazione elettronica: [Kr] 4d¹⁰ 5s¹
Massa atomica: 107.8682 u
Numero atomico: 47
Punto di fusione: 961.78 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 18, 18, 1
Raggio di Van der Waals: 172 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: Al

Alluminio

L’alluminio è un metallo leggero e resistente alla corrosione, ampiamente utilizzato in diverse industrie, tra cui costruzioni, trasporti (aerei, automobili e treni), imballaggi e applicazioni elettriche.

Caratteristiche principali
L’alluminio possiede un elevato rapporto resistenza-peso, eccellente conducibilità e resistenza alla corrosione. È non magnetico e ha un basso punto di fusione.

Da cosa è estratto
L’alluminio è estratto dal minerale di bauxite attraverso il processo Bayer. La bauxite raffinata viene poi ridotta elettroliticamente per produrre alluminio puro.

Dove viene estratto e lavorato
I principali paesi produttori di bauxite includono Australia, Guinea e Cina. Le fabbriche di produzione di alluminio sono spesso situate vicino alle miniere di bauxite per un efficiente processo di lavorazione.

Metodi di riciclaggio
L’alluminio è altamente riciclabile e il riciclo richiede significativamente meno energia rispetto alla produzione primaria. Il riciclo contribuisce a conservare le risorse e a ridurre il consumo di energia.

Abbondanza / scarsità
L’alluminio è il terzo elemento più abbondante nella crosta terrestre. La bauxite, la principale fonte di alluminio, è presente in grandi quantità.

Valore di mercato
Il valore di mercato dell’alluminio è influenzato da fattori come la domanda dalle industrie automobilistica e delle costruzioni, i prezzi dell’energia e le condizioni economiche globali.

Impatto ambientale
La produzione di alluminio può avere impatti ambientali, tra cui consumo di energia ed emissioni di gas serra. Tuttavia, la riciclabilità del metallo contribuisce a un ciclo di vita più sostenibile.

Dati aggiuntivi
Configurazione elettronica: [Ne] 3s² 3p¹
Massa atomica: 26.9815 u
Numero atomico: 13
Punto di fusione: 660.32 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 3
Raggio di Van der Waals: 184 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: Cu

Rame

Il rame è un metallo versatile utilizzato in varie applicazioni, tra cui cavi elettrici, impianti idraulici, costruzioni ed elettronica. È un componente essenziale nelle tecnologie a energia rinnovabile.

Caratteristiche principali
Il rame è noto per la sua eccellente conducibilità, malleabilità e resistenza alla corrosione. Ha un distintivo colore rossastro-marrone ed è un materiale cruciale nella produzione di conduttori elettrici.

Da cosa è estratto
Il rame è principalmente estratto da minerali di rame, come calcopirite e bornite. Il processo di estrazione coinvolge la fusione dei minerali per ottenere la matte di rame, che viene poi raffinata per produrre rame puro.

Dove viene estratto e lavorato
I principali paesi produttori di rame includono Cile, Perù e Cina. Le strutture di estrazione e lavorazione del rame sono strategicamente posizionate vicino ai siti minerari per aumentare l’efficienza.

Metodi di riciclaggio
Il rame è altamente riciclabile, e il riciclo contribuisce in modo significativo all’approvvigionamento globale di rame. Il processo di riciclo coinvolge la fusione e la raffinazione del rame di scarto per il riutilizzo in varie applicazioni.

Abbondanza / scarsità
Il rame è relativamente abbondante nella crosta terrestre. Tuttavia, possono sorgere preoccupazioni per la scarsità a causa dell’aumento della domanda e della necessità di una gestione sostenibile delle risorse.

Valore di mercato
Il valore di mercato del rame è influenzato da fattori come la domanda industriale, le condizioni economiche e l’offerta globale. Spesso viene visto come un indicatore della salute economica.

Impatto ambientale
L’estrazione e la lavorazione del rame possono avere impatti ambientali, tra cui disturbo degli habitat e inquinamento dell’acqua. Gli sforzi si concentrano sull’adozione di pratiche sostenibili e sulla riduzione dell’impatto ambientale.

Dati aggiuntivi
Configurazione elettronica: [Ar] 3d⁹ 4s²
Massa atomica: 63.546 u
Numero atomico: 29
Punto di fusione: 1,984 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 18, 1
Raggio di Van der Waals: 140 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: In

Indio

L’indio è principalmente utilizzato nell’industria elettronica per le sue proprietà uniche, come la capacità di migliorare la saldatura e creare film conduttivi trasparenti. Viene anche utilizzato nella produzione di pannelli solari ed elettronica.

Caratteristiche principali
L’indio è un metallo morbido e malleabile con un basso punto di fusione. Mostra un’eccellente duttilità ed è noto per formare facilmente leghe. I suoi sottili film sono trasparenti e elettricamente conduttivi.

Da cosa è estratto
L’indio viene principalmente estratto come sottoprodotto del trattamento di zinco, piombo e stagno. Il processo di estrazione coinvolge la torrefazione, la lisciviazione e l’elettrolisi per ottenere il metallo indio.

Dove viene estratto e lavorato
I principali paesi produttori di indio includono Cina, Corea del Sud e Canada. Le strutture di estrazione e lavorazione sono spesso integrate nelle operazioni di altre fabbriche di estrazione di metalli.

Metodi di riciclaggio
L’indio può essere riciclato dai rifiuti elettronici, inclusi schermi LCD e altri componenti elettronici dismessi. Il riciclo contribuisce a conservare questo metallo relativamente scarso e riduce l’impatto ambientale.

Abbondanza / Scarsità: L’indio è considerato un elemento relativamente scarso. Pur non essendo abbondante come alcuni altri metalli, il suo riciclo e l’uso efficiente in varie tecnologie contribuiscono alla sostenibilità.

Valore di mercato
Il valore di mercato dell’indio è influenzato da fattori come la domanda dalle industrie elettroniche e delle energie rinnovabili, gli sviluppi tecnologici e le considerazioni geopolitiche.

Impatto ambientale
L’impatto ambientale dell’estrazione dell’indio è associato alla lavorazione di minerali primari. Il riciclo dell’indio riduce la necessità di nuove estrazioni e minimizza gli effetti ambientali.

Dati aggiuntivi:
Configurazione elettronica: [Kr] 4d¹⁰ 5s² 5p¹
Massa atomica: 114.818 u
Numero atomico: 49
Punto di fusione: 156.6 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 18, 18, 3
Raggio di Van der Waals: 193 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: Ga

Gallio

Il gallio è utilizzato in varie applicazioni elettroniche, tra cui la produzione di semiconduttori, LED e pannelli solari. È anche impiegato nell’industria aerospaziale per il suo basso punto di fusione.

Caratteristiche principali
Il gallio è un metallo tenero con un basso punto di fusione, appena sopra la temperatura ambiente. Ha la particolare proprietà di potersi liquefare nella mano. L’arseniuro di gallio è un comune materiale semiconduttore.

Da cosa è estratto
Il gallio viene spesso estratto come sottoprodotto della produzione di alluminio e zinco. Viene ottenuto attraverso l’estrazione e la purificazione di questi minerali.

Dove viene estratto e lavorato
I principali paesi produttori di gallio includono Cina, Ucraina e Kazakistan. Le strutture di estrazione e lavorazione sono solitamente associate alle fabbriche di produzione di alluminio e zinco.

Metodi di riciclaggio
Il riciclaggio del gallio è fattibile dai rifiuti elettronici e dai prodotti giunti alla fine della vita utile. Il riciclo aiuta a recuperare questo metallo relativamente scarso e riduce la necessità di nuove estrazioni.

Abbondanza / scarsità
Il gallio è considerato relativamente scarso nella crosta terrestre. La sua scarsità è mitigata dal suo riciclo e dall’uso efficiente in applicazioni ad alta tecnologia.

Valore di mercato
Il valore di mercato del gallio è influenzato da fattori come la domanda dalle industrie elettroniche e solari, gli sviluppi tecnologici e le considerazioni geopolitiche.

Impatto ambientale
L’impatto ambientale dell’estrazione del gallio è associato all’estrazione e lavorazione di minerali di alluminio e zinco. Il riciclo del gallio contribuisce a minimizzare gli effetti ambientali.

Dati aggiuntivi
Configurazione elettronica: [Ar] 3d¹⁰ 4s² 4p¹
Massa atomica: 69.723 u
Numero atomico: 31
Punto di fusione: 29.76 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 18, 3
Raggio di Van der Waals: 187 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: Te

Tellurio

Il tellurio è utilizzato in varie applicazioni, tra cui la produzione di pannelli solari, dispositivi termoelettrici e come elemento di lega in metallurgia. Viene impiegato anche nelle industrie elettroniche e del vetro.

Caratteristiche principali
Il tellurio è un metalloide fragile, di colore bianco-argento, con proprietà semiconduttive uniche. È un componente chiave nelle celle solari al tellururo di cadmio (CdTe) e nei materiali termoelettrici.

Da cosa è estratto
Il tellurio viene principalmente estratto come sottoprodotto della raffinazione del rame e del piombo. Viene ottenuto attraverso vari processi, tra cui cristallizzazione frazionata e raffinazione elettrolitica.

Dove viene estratto e lavorato
I principali paesi produttori di tellurio includono Cina, Stati Uniti e Perù. L’estrazione e la lavorazione sono strettamente legate alle strutture di produzione di rame e piombo.

Metodi di riciclaggio
Il tellurio può essere riciclato dai pannelli solari giunti alla fine della loro vita, dai rifiuti elettronici e dai sottoprodotti industriali. Il riciclo contribuisce a conservare questo elemento relativamente raro.

Abbondanza / scarsità
Il tellurio è considerato un elemento relativamente raro nella crosta terrestre. Pur non essendo abbondante, il suo riciclo e l’uso efficiente contribuiscono alla sostenibilità.

Valore di mercato
Il valore di mercato del tellurio è influenzato dalla domanda delle industrie solari ed elettroniche, dagli sviluppi tecnologici e dalla dinamica di approvvigionamento legata alla raffinazione dei metalli.

Impatto ambientale
L’impatto ambientale dell’estrazione del tellurio è associato ai processi di raffinazione del rame e del piombo. Il riciclo del tellurio contribuisce a ridurre la necessità di estrazioni primarie e minimizza l’impatto ambientale.

Dati aggiuntivi
Configurazione elettronica: [Kr] 4d¹⁰ 5s² 5p⁴
Massa atomica: 127.60 u
Numero atomico: 52
Punto di fusione: 449.5 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 18, 18, 6
Raggio di Van der Waals: 206 pm

CHIUDI

Simbolo chimico: Cd

Cadmio

Il cadmio è utilizzato in varie applicazioni, tra cui batterie ricaricabili, pigmenti in plastica e ceramica e come stabilizzatore in alcune leghe. Viene impiegato anche nei reattori nucleari per l’assorbimento di neutroni.

Caratteristiche principali
Il cadmio è un metallo tenero, bianco-azzurro, con bassi punti di fusione e ebollizione. Mostra un’eccellente resistenza alla corrosione ed è spesso utilizzato come rivestimento protettivo per altri metalli.

Da cosa è estratto
Il cadmio viene principalmente estratto come sottoprodotto della raffinazione dello zinco. Viene ottenuto attraverso la purificazione dei minerali di zinco, e il processo di estrazione coinvolge varie tecniche come l’estrazione con solvente e l’elettrolisi.

Dove viene estratto e lavorato
I principali paesi produttori di cadmio includono Cina, Corea del Sud e Giappone. Le strutture di estrazione e lavorazione sono solitamente integrate nelle fabbriche di produzione di zinco.

Metodi di riciclaggio
Il cadmio può essere riciclato da varie fonti, tra cui batterie al nichel-cadmio e rifiuti elettronici. Il riciclo contribuisce a ridurre l’impatto ambientale e a conservare questo elemento relativamente scarso.

Abbondanza / scarsità
Il cadmio è considerato un elemento relativamente raro nella crosta terrestre. Pur non essendo abbondante, pratiche efficienti di riciclo contribuiscono alla sua sostenibilità.

Valore di mercato
Il valore di mercato del cadmio è influenzato da fattori come la domanda industriale, le normative legate al suo utilizzo e le considerazioni geopolitiche.

Impatto ambientale
L’impatto ambientale del cadmio è associato alla sua estrazione, raffinazione e smaltimento. Rigide normative mirano a mitigare i rischi ambientali legati al cadmio.

Dati aggiuntivi
Configurazione elettronica: [Kr] 4d¹⁰ 5s² 5p⁶
Massa atomica: 112.414 u
Numero atomico: 48
Punto di fusione: 321.07 °C
Elettroni per guscio: 2, 8, 18, 18, 2
Raggio di Van der Waals: 158 pm

CHIUDI

L’adozione dei pannelli fotovoltaici, guidata dall’utilizzo di minerali essenziali, offre un enorme potenziale per un futuro sostenibile ed ecologico. Dal punto di vista positivo, l’ampio utilizzo dell’energia solare contribuisce alla riduzione delle emissioni di gas serra, mitigando il cambiamento climatico e favorisce l’indipendenza energetica. Inoltre, gli sviluppi tecnologici nella produzione di pannelli solari aprono la strada a un aumento dell’efficienza e della convenienza, rendendo l’energia rinnovabile più accessibile su scala globale.

Tuttavia, le implicazioni sociali e ambientali legate allo sfruttamento minerario non dovrebbero essere trascurate. La domanda di questi minerali, guidata dal crescente settore delle energie rinnovabili, pone sfide legate alla disponibilità delle risorse e alla distribuzione equa. La responsabilità sociale nelle pratiche minerarie, insieme a metodi di riciclaggio completi, diventa cruciale per mitigare l’impatto ambientale associato all’estrazione. Trovare un equilibrio tra progresso tecnologico e tutela ambientale è fondamentale per garantire che i benefici dell’energia pulita siano realizzati senza compromettere eccessivamente la delicata coesistenza dei nostri ecosistemi e il benessere delle comunità coinvolte nell’estrazione mineraria. Pertanto, un approccio olistico che abbracci innovazione, pratiche minerarie etiche e gestione sostenibile delle risorse è essenziale per massimizzare l’impatto positivo dei pannelli fotovoltaici, riducendo al minimo gli svantaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatta Green Idea

Il nostro staff tecnico e commerciale è a tua disposizione

Copyright anno 2019 / 2024 Green Idea S.r.l.
Sito e web marketing by SosSEO
Feedback Chiudi